Ti trovi in: Home » I Servizi » Concorrenza sleale
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Concorrenza sleale

Da anni ci occupiamo di "smaschere" atteggiamenti scorretti da parte di aziende nei confronti delle dirette concorrenti.

L'articolo 41 della nostra Costituzione sancisce il principio della libertà della concorrenza, stabilendo che l'iniziativa economica privata è libera.

Naturalmente la Costituzione si riferisce ad una concorrenza leale, che spinge le aziende a migliorare i propri prodotti per rimanere sul mercato e non alla concorrenza sleale vietata espressamente dall'articolo 2598 cc. Il suddetto articolo indica tre categorie di atti di concorrenza sleale:

  • Atti confusori, al primo comma, con i quali un imprenditore crea confusione tra lui ed un concorrente;
  • Atti denigratori, al secondo comma, con il quale si scredita l'azienda o il prodotto altrui;
  • Atti non conformi alla correttezza professionale al terzo comma.
Se avete dei dubbi o volete conoscere se esistono i margini per una denuncia di concorrenza sleale ai vostri rivali in affari, mettetevi in contatto con noi per un incontro informativo.
Chiedi informazioni Stampa la pagina